SIDERNO(RC) ANCHE ROMEO E MAGORNO INTERVENGONO SUL ”CASO SIDERNO”

Aristide Bava
SIDERNO – Il segretario provinciale del Pd, Seby Romeo unitamente al segretario regionale Ernesto Magorno hanno ribadito , dopo la recente operazione “Acero-Krupy” il loro incondizionato sostegno alla segreteria sidernese del circolo democratico e al gruppo consiliare, prendendo ,peraltro, atto delle decisioni adottate in consiglio comunale tendenti a salvaguardare al massimo gli atti amministrativi da possibili ingerenze e, quindi dell’impegno per far uscire la città daogni situazione di precarietà. Lo hanno fatto con un apposito comunicato stampa. “La recente operazione “Acero-Krupy” – dice la nota – ha confermato una forte presenza della ‘ndrangheta a Siderno. Il Partito Democratico ringrazia la Magistratura e le forze dell’ordine per l’incessante impegno in favore dei cittadini onesti che sono la stragrande maggioranza. La questione, a Siderno come nel resto del Paese, è quella di attivare tutte le procedure utili a blindare gli Enti Locali rispetto alle possibili infiltrazioni da parte delle organizzazioni criminali”. Fatta questa premessa Romeo e Magorno fanno quindi riferimento alle decisioni adottate dal consiglio comunale che ha approvato un ordine del giorno unitario con il quale è stata data conferma della volontà di attivare alcune importante iniziative a salvaguardia della legalità e aggiungono “Ricorrere alla Stazione unica appaltante, costituirsi automaticamente parte civile in tutti i processi contro la ‘ndrangheta, espletare procedure di evidenza pubblica per gli affidamenti di ogni tipo, monitorare con l’ausilio della Prefettura appalti e forniture, gestire i beni confiscati in raccordo con le autorità preposte, affidamento degli incarichi professionali attraverso trasparenti procedure di selezione, questi sono gli indirizzi per proteggere i Comuni. Questa è la via da percorrere per tirare fuori Siderno dalla crisi e rendere la pubblica amministrazione impermeabile. Il Partito Democratico lavora in questa direzione, nell’esclusivo interesse dei cittadini”. Nella parte finale i due autorevoli esponenti del Pd aggiungono “Al circolo di Siderno, alla sua segretaria e al gruppo consiliare va il sostegno di tutti i livelli del partito. Siderno può farcela, i democratici sono impegnati per questo”. Le dichiarazioni di Seby Romeo e Ernesto Magorno si aggiungono a quelli del segretario-questore del Consiglio regionale, Giuseppe Neri che, come abbiamo pubblicato nell’edizione di ieri nel ravvisare la necessità che vengano al piu’ presto chiariti i fatti, ha auspicato che “la politica sia pronta a serrare le fila per la scoperta della verità lasciando fuori dubbi e incertezze che non giovano a chi ha, realmente, come unico obiettivo quello di costruire e ristabilire un sistema democratico basato su regole e principi ben precisi”.