Home / Economia / LOCRIDE – FINANZIATO IL PROGETTO “CRESCERE IN CALABRIA” DI CIVITAS SOLIS

LOCRIDE – FINANZIATO IL PROGETTO “CRESCERE IN CALABRIA” DI CIVITAS SOLIS

Aristide Bava
SIDERNO – Il progetto “Crescere in Calabria”, promosso dall’associazione locridea Civitas Solis organizzazione leaders da circa trent’anni in attività educative con minori a rischio diretta da Francesco Mollace è tra i progetti a carattere regionale rivolti agli adolescenti in difficoltà che verranno finanziati per la Calabria con le risorse del “Fondo per il contrasto della Povertà Educativa Minorile. E’ quanto risulta dalle graduatorie da poco pubblicate dall’ente promosso dalla Fondazione con il Sud e denominato “impresa sociale Con i Bambini” che gestisce il fondo frutto di un accordo tra le principali fondazioni bancarie italiane e il governo nazionale. Al bando varato nel 2016 per sostenere progetti esemplari hanno risposto circa 800 reti nazionali e regionali di cui una sessantina provenienti dalla Calabria. Di questi ottocento al termine delle selezioni risultano solo quattro i progetti calabresi che verranno finanziati tra i quali appunto quello di Civitas Solis. Gli altri tre calabresi sono il progetto “Attraverso la Calabria” della Comunità progetto sud di Lamezia Terme, fondata ed animata da don Giacomo Panizza, il progetto “Rizoma” promosso dal Consorzio Macramè nato nel 2015 e presieduto da Gianni Pensabene portavoce del Forum del Terzo Settore, ed il progetto “Formare per crescere” presentato da Aczn formation un ente di formazione professionale con sede ad Acri. Relativamente all’iniziativa di Civitas Solis che ha un carattere regionale, e che si attuerà nei comuni della Locride, dell’alto tirreno cosentino, del cirotano, a Catanzaro e a Cosenza, il progetto vede insieme una rete di ventiquattro partner, tra cui nove enti di terzo settore attivi nel campo delle politiche per i giovani, dodici istituti scolastici contraddistinti da rilevanti fenomeni di abbandono e dispersione, l’Assessorato regionale alla scuola, l’ Ufficio per servizi sociali per i minorenni di Reggio Calabria e l’Istituto per la Ricerca Sociale di Bologna come soggetto valutatore. Tra le scuole locridee spiccano i principali istituti superiori di Siderno come l’Ipsia e il Marconi e l’Istituto Comprensivo di Roccella Jonica, mentre tra i partner di terzo settore è presente la Federazione Mediterraneo e Ambiente di Marina di Gioiosa Jonica unitamente alla Cooperativa delle donne e la cooperativa Don Bosco di Cosenza, l’associazione Gianfrancesco Serio di Scalea, la Fondazione Siciliani di Cirò, il Centro Calabrese di Solidarietà e l’associazione Usabile di Catanzaro,la Camera minorile Mazzotta. Il progetto, come ha spiegato sinteticamente Francesco Mollace, direttore di Civitas Solis, che ha in passato diretto molteplici progetti di successo in campo formativo realizzati sia a livello locale che internazionale, ” ha tra i principali scopi quello di garantire, attraverso l’uso di metodologie innovative provenienti dalla formazione esperienziale e motivazionale, il successo formativo e la permanenza entro i percorsi di istruzione e formazione di adolescenti caratterizzati da particolari fragilità (studenti ripetenti, con frequenza discontinua, minori del circuito giustizia minorile, allievi a rischio dispersione delle classi ponte)”. Soddisfazione per l’approvazione del progetto è stata espressa dai dirigenti scolastici sidernesi Clelia Bruzzi dell’I.I.S Marconie Gaetano Pedullà dell’ Ipsia, nonchè da Giuliana Fiaschè dirigente dell’IC Roccella Jonica e Marina di Gioiosa Jonica.

nella foto Francesco Mollace