Home / News / LOCRIDE . INTERVENTO DI SAINATO “ASSUMERE PER AIUTARE ANCHE LE VACCINAZIONI”

LOCRIDE . INTERVENTO DI SAINATO “ASSUMERE PER AIUTARE ANCHE LE VACCINAZIONI”

Aristide Bava
SIDERNO – Il consigliere regionale Raffaele Sainato ha dato comunicazione che il nuovo Commissario alla guida dell’ASP di Reggio Calabria, Gianluigi Scaffidi, ha determinato, tra le altre cose, lo sblocco delle assunzione, a tempo determinato, di venti professionisti, tra medici e infermieri, da destinare alla campagna vaccinale anti Covid-19. Sainato ricorda che nei giorni scorsi raccogliendo l’appello di chi è impegnato su questo fronte, aveva avviato delle interlocuzioni sia con l’Azienda Sanitaria e sia con l’agenzia affidataria del servizio di somministrazione di questo personale, individuata dal Commissario per l’emergenza pandemica. “Purtroppo – dice – a differenza di altre strutture sanitarie, territoriali e ospedaliere, diffuse sul territorio calabrese, l’ASP reggina aveva rallentato, inspiegabilmente, queste procedure. L’attività di stimolo condotta ha dato esito positivo e già a partire dal prossimo 26 marzo sedici di queste figure professionali prenderanno servizio e, nei giorni a seguire, le altre quattro. Si tratta di un supporto fondamentale, per dare maggiore efficacia ed efficienza alla somministrazione del siero e offrire una preziosa collaborazione al personale e ai volontari impiegati in queste ore, che stanno affrontando turni al limite della sopportazione”. Sainato afferma anche di aver appreso che il Commissario Scaffidi ha richiesto alla struttura del Generale Figliuolo la possibilità di assumere, fino a dicembre, altre cinquanta unità, che non peseranno, economicamente, sul bilancio dell’ASP. “Bene, quindi, questi ulteriori passi in avanti – dice Sainato – che raccontano come il Commissario Scaffidi si sia posto in ascolto delle istanze dei territori, offrendo soluzioni incisive e rapide. Continuerò a seguire queste vicende e, nell’ambito delle mie competenze, darò il mio contributo, in una logica di positiva condivisione dei percorsi, per superare criticità e intoppi, al fine di fornire servizi sanitari sempre più adeguati” –