Home / Ambiente / LOCRIDE – “PASSEGGIANDO” GUARDANDO ALLE PROBLEMATICHE AMBIENTALI

LOCRIDE – “PASSEGGIANDO” GUARDANDO ALLE PROBLEMATICHE AMBIENTALI

Aristide Bava
SIDERNO – Si è svolta, con successo, l’annunciata passeggiata ecologica tra le colline sidernesi e la fiumara Novito, programmata dall’ Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita anche se a causa delle precarie condizioni meteo, si è temuta una scarsa partecipazione. La comitiva è partita dallo stadio comunale verso via dell’Acquedotto, per poi immergersi tra i profumi e colori delle colline dell’entroterra sidernese. Da contrada Carusetta è stato possibile ammirare lo splendido panorama della Vallata Novito e del Monte Mutolo che, per la sua bellezza e per la sua biodiversità, è stata dichiarata Sito d’Interesse Comunitario. Purtroppo paradossalmente – ma d’altra parte anche questo era il senso della passeggita, far vedere le brutture ambientali- proprio ai limiti perimetrali, insistono la discarica esausta di “Timpe Bianche” e l’impianto di Trattamento meccanico biologico dei rifiuti urbani di San Leo che tanta preoccupazione hnno destato, e destano tra i cittadini. Una volta giunti sul greto della fiumara Novito, il fondatore dell’Osservatorio Natale Amato, ha condotto i partecipanti ad ammirare il piccolo e ameno bacino lacustre incastonato alla base della Timpa di Tenda. Volutamente la passeggiata ha evitato il corso della fiumara, per risparmiare ai partecipanti la vista del totale degrado in cui essa versa. Ormai da anni infatti, la parte medio- bassa del torrente, da entrambe le sponde, è divenuta una discarica di rifiuti di ogni genere, anche molto pericolosi, quali l’amianto. A tal proposito l’Osservatorio Ambientale, già nello scorso mese di febbraio, ha segnalato tali criticità agli enti preposti, proponendo e sollecitando l’ effettiva bonifica dei siti, la messa in opera delle Isole ecologiche, l’emissione di un’ apposita ordinanza interdittiva al transito dei veicoli non autorizzati relativamente alla strada che costeggia il torrente da ambo i lati, la realizzazione di un sistema di videosorvegliaza da collocare sugli accessi al torrente, l’intensificazione dei servizi atti al controllo del territorio, il censimento, tramite tecnica del telerilevamento, dei siti privati aventi coperture in cemento-amianto. Nel ringraziare lo staff composto dai membri delle associazioni Eutimo basket Locri, A.t.a. Club, Consulta Giovanile di Siderno, Medambiente, U.n.a.t.a.a., A.s.d. Calabria Fitwalking, ed i cittadini oltre i rappresentanti istituzionali convenuti, prof. Paolo Fragomeni, avv. Anna Romeo, dr. Gianluca Leonardo, l’Osservatorio ambientale con un suo comunicato ha espresso soddisfazione per l’ottima riuscita della manifestazione auspicanndo anche “che i cittadini si attivino sempre piu’ per sconfiggere l’indifferenza e la cattiva programmazione nelle politiche ambientali”. A questo propoito il presidente dell’ Osservatorio Arturo Rocca e il fondatore Natale Amato ricordano che questa sera presso la sala comunale avrà luogo un consiglio comunale in cui si discuterà del biodigestore e sarebbe importante laa partecipazione attiva dei cittadini sidernesi anche perché la discussione sull’importante problematica, per volere del sindaco Pietro Fuda è “aperta” anche al pubblico.
passeggiata