Home / Eventi & Cultura / LOCRIDE – RIPRENDONO I PROGRAMMI DEL CENACOLO DELLA CULTURA

LOCRIDE – RIPRENDONO I PROGRAMMI DEL CENACOLO DELLA CULTURA

Aristide Bava
SIDERNO – Il cenacolo della cultura e delle scienze della Locride ha messo a punto il suo programma basato soprattutto sulla intenzione di fare ritrovare lo spirito creativo nella società moderna attraverso un “ponte” che riesca a collegare il mondo della scienza con quello dei giovani studenti. In questa ottica si sta muovendo anche con l’ assegnazione di botte di studio a giovani studenti con l’intenzione di divulgare i saperi nel mezzogiorno e lavora affinché napoli sia espressione di un nuovo modello sociale. tendendo a diventare uno strumento importante per la ricerca, per i suoi protagonisti, per organizzare nell’innovazione un nuovo umanesimo. La prima fase del nuovo programma partirà sabato 7 marzo con una giornata dell’orientamento universitario programmato presso l’aula magna del Liceo Scientifico di Locri., primo di una serie di eventi che nelle intenzioni del “cenacolo” dovranno servire a dare un contributo positivo al clima sociale e delle relazioni che caratterizzano il tessuto vivo del territorio. Nel programma dell’importante strutturaanche la possibilità , grazie all’interesse di Giuseppe Canzonieri responsabile della Full Travel di Siderno e socio del cenacolo la possibilità di sinergiche iniziative di turismo culturale al servizio della comunità con visite guidate presso l’ Accademia delle Belle Arti di Napoli e presso l’ Accademia “Albertina” di Torino con possibili scambi di conoscenza per attenzionare anche le bellezze della Riviera dei Gelsomini.Il Consiglio direttivo del Cenacolo della Cultura e delel Scienze della Locride è presieduto da Giovanni Filocamo, già presidente del Tribunale di Locri, da Luigi Francesco M ileto , vicepresidente e tesoriere, da Antonella Renne, medico di Locri, da Girolamo Monteleone, specialista in microbiologia di Siderno, da Marcello Attisano, imprenditore di Siderno, Ha come componenti onorari Marcello Zimbone, magnifico rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Santo Di Natale prof. emerito di Napoli, Francesco Salvatore, prof. emerito di Napoli e Vincenzo Ferrari ordinario di diritto privato dell’ Università della Calabria. E’ nato lo scorso anno come derivazione nella Locride del già noto Cenacolo della cultura di Pisa proprio per favorire l’integrazione dei giovani nell’attuazione di iniziative di alto livello culturale per incrementare la ricerca scientifica in genere anche attraverso il conferimento di premi e borse di studio indirizzati a due specifiche classi di merito; l’una per le scienze matematiche, fisiche e naturali, e l’altra per le scienze morali, le lettere e le arti.

nella foto Il presidente del Cenacolo Giovanni Filocamo