SIDERNO – ANNA ROMEO PRECISA: NESSUN BIODIGESTORE

Aristide Bava
SIDERNO – La recente lettera indirizzata all’amministrazione comunale dall’ Osservatorio Ambientale per il diritto alla vita con cui è stato espresso un deciso parere negativo all’eventuale realizzazione di un Biodigestore presso l’impianto di smaltimento di rifiuti di contrada San Leo è stata oggetto in questi giorni di aspre polemiche in sede locale dove, come è noto, negli anni scorsi in tema di rifiuti si è vissuta una situazione estremamente precaria. L’Osservatorio ha, tra l’altro, fatto riferimento ad un intervento effettuato in consiglio comunale dall’assessore all’ambiente e vicesindaco Anna Romeo che avrebbe, appunto, fatto riferimento al Biodigestore anche se tale ipotesi non era legata al breve termine. Ieri Anna Romeo ha voluto fare una precisazione in merito dalla quale si evince che non è nelle intenzioni della amministrazione comunale una ipotesi del genere. “Sono costretta a distanza di giorni, mio malgrado, a ripetermi. Gli amministratori di Siderno ed in primis la sottoscritta – ha scritto Anna Romeo – parlano solo di trasferenza e non di biodigestore. Ricordo a tutti che io ho votato in consiglio comunale a suo tempo contro l’impianto di separazione ( Il riferimento è alla pregressa legislatura quando fu decisa la realizzazione dell’impianto ndr). Oggi, purtroppo, è una realtà, che va gestita, e vogliamo gestirla con la trasferenza e l’apertura delle sezioni carta e cartoni, sfalci e compostaggio. Spero – conclude – di essere stata chiara”. Pare doveroso ricordare, ad ogni buon conto, che il problema dovrà essere affrontato in maniera ufficiale in occasione di un nuovo consiglio comunale che, per volontà del sindaco Pietro Fuda, sarà “aperto” anche agli interventi dei cittadini. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, infatti, la problematica della raccolta rifiuti è stata già oggetto di un serrato dibattito che, anche se si è svolto in maniera parziale , ha lasciato trasparire una netta diversità di vedute. Da qui la necessità di approfondire il dibattito e di valutare attentamente una lunga relazione che la stessa Anna Romeo ha illustrato in quella occasione. Si attende ora la convocazione del civico consesso che si occuperà solo di questa importante problematica.
pubblico 2