dav

SIDERNO – APPROVATO IL BILANCIO COMUNALE

Aristide Bava
SIDERNO – Consiglio comunale di Siderno: tutto secondo copione anche se, in questa occasione, la seduta ha registrato un intervento “tecnico” del segretario comunale Umberto Nucara che, senza mezzi termini, in relazione alle vicende che si sono accompagnate alla mancata approvazione del bilancio di previsione nella precedente seduta del 12 aprile ( che ha provocato lo slittamento del consiglio comunale a ieri), ha chiamato in causa il collegio dei revisori dei conti “colpevole” a suo dire di aver disatteso i termini del loro parere e quindi ad aver provocato l’errore di natura tecnica fatto rilevare dal consigliere di minoranza Pietro Sgarlato che ha, poi, portato al rinvio della seduta. Ma andiamo con ordine . La seduta, convocata per ieri mattina dal presidente Paolo Fragomeni aveva all’ordine del giorno gli stessi argomenti del 12 aprile ovvero, il Piano delle alienazioni e valorizzazione degli immobili comunali, la verifica della qualità e quantità di aree in ambito Peep e Pip e soprattutto l’approvazione di una nota di aggiornamento al Documento unico di programmazione 2017/20129 e la conseguente approvazione del bilancio di previsione oltre a interrogazioni e interpellanze. In apertura di consiglio il presidente Paolo Fragomeni ha voluto soffermarsi sul 25 aprile ricordando questa importante ricorrenza ed invitando i consiglieri e tutti i cittadini presenti a partecipare ad una manifestazione indetta per oggi, alle ore 10.30, per solennizzare la ricorrenza. Fragomeni ha letto un significativo messaggio e il capogruppo del Centro Democratico Giuseppe Figliomeni ha invitato l’intero consiglio a predisporre un ordine del giorno su quella falsariga. Su proposta dello stesso Paolo Fragomeni si è deciso di trattare l’argomento a conclusione dell’approvazione dei previsti argomenti all’ordine del giorno. E, poi, in effetti, dopo oltre quattro ore di discussioni sugli argomenti all’ordine del giorno, prima della conclusione del consiglio comunale, è stato approvato all’unanimità il messaggio letto dal presidente del consiglio comunale. Le vere “scintille” sono iniziate, invece, già con il Piano di alienazione e valorizzazione dei beni comunali, primo argomento posto alla discussione dell’ordine del giorno e sul quale ha relazionato l’assessore Gianni Lanzafame. I consiglieri di opposizione Pietro Sgarlato, Salvatore Pellegrino, Maria Teresa Fragomeni, Michele Cataldo, Vincenzo De Leo, Antonio Sgambelluri hanno chiesto lumi che non sono arrivati perchè la minoranza ha ribadito che il piano era identico a quello del 2016. Tra un’accusa ( finanche di totale incapacità della giunta ) e l’altra ,alla fine l’argomento è stato approvato con nove voti favorevoli e otto contrari. Con analogo risultato è stato, quindi, approvato anche il secondo argomento riguardante la verifica delle aree Peep e Pip. In questo caso prima del voto è anche intervenuto l’ Arch. Nicola Tucci, responsabile di settore, che ha chiarito che le arre in questione sono “legate ” al Piano strutturale comunale, attualmente in corso di elaborazione. La seduta si è ulteriormente riscaldata con il previsto esame del Dup ( documento unico di programmazione) parte integrante del bilancio di previsione. I continui botta e risposta tra maggioranza e minoranza hanno portato al solito voto finale di 9 a 8. Quindi l’attesa approvazione del bilancio di previsione con una discussione aperta da uno scatenato Pietro Sgarlato e arricchita da un intervento tecnico del segretario comunale Umberto Nucara che ha puntato l’indice contro i revisori dei conti che non hanno dato risposte nei cinque giorni previsti dalla vigente normativa , usando anche termini molto pesanti arrivando a parlare di “professionalità inadeguate alle esigenze di questo Ente” e indicando al consiglio comunale che dopo quanto è successo ci sono gli estremi per la richiesta di una loro revoca. Poi una serie di variegati interventi di vari consiglieri di maggioranza e minoranza e il voto finale sul bilancio di previsione che è passato con i soliti nove voti favorevoli e gli otto contrari . L’approvazione del documento contabile sgombra il campo dalla possibile nomina di un commissario ad acta. Domani gli approfondimenti .
nella foto

dav
– L’intervento del segretario comunale Umbert