SIDERNO – IL BRINDISINO TAFURI E LA POLISTENESE AUDDINO VINCONO IL “CITTA’ DI SIDERNO”

Aristide Bava
SIDERNO – Il brindisino Piero Tafuri ha vinto il primo premio nella sezione poesia del Premio Letterario “Città di Siderno” con l’opera “All’unica Essenza (dell’intero universo)”. Nella sezione “racconti” ha avuto la meglio la polistenese Elena Auddino con l’opera “Il quadro della bambina”. Tafuri, si è affermato superando poeti di grande prestigio come il tarantino Antonio Bicchierri, vincitore di vari premi letterari, che ha presentato l’opera “Le mie radici” e come la reggina Mariangela Costantino, autrice della poesia “In passi di lune e di ritorni”, anch’essa protagonista in vari premi letterari come il “Nosside”, il “Rhegium Julii”, “Gaetano Cingari”, “Alda Merini”, “Anassilasos. Elena Auddino ha preceduto l’agrigentino Paolo Antonio Magrì autore di “Sarà estate” e il messinese Sebastiano Plutino autore del racconto “Mara, la strana zanzara”. La selezione e, quindi, i vincitori sono stati scelti da una giuria , presieduta dal Prof. Ugo Mollica e composta dai professori Auteritano, Bellini, Calautti, Commisso, Galluzzo, Papaleo, Pini, Scherl, Todaro e Zucco, che ha dovuto esaminare piu’ di duecento opere scritte da autori provenienti da varie regioni italiane, molte delle quali meritevoli di grande attenzione. Anche er questo è stato deciso di assegnare attestazioni di merito agli autori Bruno Bianco da Asti per la poesia “Affetti”, Gaetano Catalani da Ardore per “In un mare d’inchiostro”, Romano Napolitano da Paola per “Fammi nascere”, Mirella Palermo da Rogliano per “Amico antico”, Nicolina Rosa da Pordenone per “Una carezza” e Caterina Zappoa da Siderno per “Alzheimer”. I vincitori saranno premiati nel corso di una apposita cerimonia che avrà luogo sabato 21 novembre presso il Grand Hotel President di Siderno. La cerimonia è prevista per le ore 18 e sarà allietata dalle note musicali del duo Gigi & Nando con l partecipazione del tenore Giovanni Di Landro. La manifestazione approda quest’anno alla sua 12ª edizione grazie e cio’ lo si deve soprattutto grazie all’impegno del presidente del Premio Aldo Deleo che ha saputo superare anche momenti molto difficili soprattutto dal punto di vista economico. Una manifestazione, peraltro, nata dal desiderio di proiettare un’immagine positiva della nostra terra e di dare un contributo alla crescita civile della città. Quest’anno dopo la parentesi del commissariamento, l’amministrazione comunale – come recita un comunicato – ” ha ritenuto fondamentale ricominciare a patrocinare un evento che, negli anni, ha fatto da vetrina a tantissimi scrittori che non avrebbero altrimenti trovato spazio nelle competizioni letterarie nazionali e internazionali”.

nella foto Piero Tafuri

piero tafuro