Home / Ambiente / SIDERNO – INCONTRO SCOLASTICO PER PARLARE DI DIFFERENZIATA

SIDERNO – INCONTRO SCOLASTICO PER PARLARE DI DIFFERENZIATA

Aristide Bava
SIDERNO – Si è tenuta presso l’Aula Magna della Suola Corrado Alvaro un’interessante riunione tecnica tra l’Osservatorio Cittadino sui Rifiuti di Siderno e il corpo docente e personale ATA dell’Istituto Comprensivo Pascoli-Alvaro per discutere sulle modalità della raccolta differenziata a scuola. L’incontro è stato fortemente caldeggiato dalla vice presidente dell’Osservatorio Rifiuti Caterina Foti e dalla componente del direttivo dell’Associazione Pamela Agostino, la quale, essendo anche rappresentate del Consiglio d’Istituto s’è fatta portavoce con la Dirigente Scolastica Rosita Fiorenza di questa possibile iniziativa che ha da subito accolto con entusiasmo la richiesta. Un incontro abbastanza interessante . Dopo una breve introduzione con i ringraziamenti di rito della Dirigente scolastica Rosita Fiorenza e della Presidente dell’Osservatorio sui Rifiuti, Mariarosaria Tino, l’incontro è subito entrato nel vivo con esaustive relazioni dell’ing. Pietro Fazzari, che ha parlato in qualità di esperto dell’associazione ambientalista, e del direttore tecnico della Società LocrideAmbiente, ( che gestisce la raccolta differenziata) Pino Gugliotta. Quindi c’è stato spazio per una serie di interve4nti dei presenti. La stessa Dirigente scolastica Rosita Fiorenza ha evidenziato che sulla delicata problematica manca una specifica comunicazione tra la Scuola e l’Amministrazione Comunale, pur confermando la piena collaborazione dell’Ente per le altre questioni amministrative. Alcuni docenti hanno, poi, evidenziato che dopo oltre dieci mesi dall’avvio della raccolta differenziata, alcune scuole non sono state messe nelle condizioni di effettuare una buona differenziazione del rifiuto nelle classi a causa della mancata fornitura del contenitore per la frazione organica. Il contenitore, secondo quanto affermato, sarebbe stato fornito solo nei plessi con la mensa scolastica, con dei singoli mastelli nelle aule e alcuni carrellati nei plessi. In un comunicato diffuso dall’ Osservatorio Rifiuti,a questo proposito, viene data comunicazione che ” la Società LocrideAmbiente possiede ben 200 eco-box da destinare alla raccolta della carta presso le strutture pubbliche ma è impossibilitata a consegnarli per la totale assenza d’istruzioni per il loro collocamento da parte dell’Amministrazione Comunale”. Nello stesso comunicato viene data notizia che “Come è già successo anche per l’omologo Istituto Comprensivo G.Pedullà – M.Bello, a breve i volontari dell’Osservatorio sui Rifiuti, previo il consenso della Dirigente Scolastica, effettueranno dei controlli random per le classi, al fine di sensibilizzare gli alunni sui benefici ambientali che la raccolta differenziata procura all’ambiente” . Secondo l’ Osservatorio l’azione , e anche incontri scolastici di questo tipo, possono portare a fatti concreti a vantaggio dell’ intero contesto urbano.