dav

SIDERNO : PARCO GIOCHI: UNO SPAZIO SOCIALE RITROVATO

Aristide Bava
SIDERNO – Da spazio abbandonato privo di attrezzature e scarsamente frequentato a luogo che sta diventando la gioia dei bambini oltre che di aggregazione sociale. C’è voluto veramente molto poco per rivitalizzare il Parco giochi ubicato sul lungomare di Siderno che, a qualche settimana dalla sua nuova inaugurazione è divenuto meta costante di un gran numero di famiglie. Ed è veramente un bel vedere. Con i lavori effettuati è stato veramente “recuperato” un importante spazio che non soddisfa soltanto i bambini che arrivano anche dai Comuni vicini ma anche genitori e nonni che hanno la possibilità di socializzare tra di loro mentre i loro piccoli si sbizzarriscono nel vasto spazio dell’ex area longo. Il Parco giochi, intitolato, come è noto, ad Angelo Frammartino il volontario di Caulonia rimasto ucciso – vittima innocente – nell’agosto del 2006 in una missione di pace a Gerusalemme soprattutto nel tardo pomeriggio e nelle ore serali quando il sole cocente non turba piu’ di tanto i giochi dei piu’ piccoli è divenuto luogo di ritrovo per molta gente., Grazie all’iniziativa dell’amministrazione comunale è stato arricchito di nuove attrezzature per i giochi e il tempo libero ed è stato, soprattutto , dotato di un adeguato impianto di illuminazione e liberato da buche e pericoli preesistenti. Comincia, peraltro, a spuntare l’erbetta che è stata piantata e quanto prima assumerà anche un aspetto visivo ulteriormente positivo. L’area, in definitiva, è stata resa pulita, sicura e funzionale e, anche per questo, già in queste prime settimane si è notato subito l’interesse delle famiglie che giornalmente frequentano questo importante spazio sociale. Il parco giochi era nato circa 12 anni addietro stimolato da alcune associazioni di volontariato del luogo che avevano anche provveduto a dotarlo di alcune attrezzature, ma dopo l’entusiasmo iniziale la frequentazione era via via diminuita sia per la carenza di giochi sia per la scarsa manutenzione che in tempi brevi aveva anche creato situazioni di pericolo per i piu’ piccoli ( a proposito ci è stato segnalato che tra i resti dei vecchi giochi esiste ancora una base di ferro arrugginità che potrebbe creare qualche problema ai piu’ piccini.Basta poco per risolvere il problema) . L’auspicio, comunque, è proprio che , adesso, che lo spazio dell’ex area Longo è stato arricchito con nuovi giochi, attrezzi ginnici e panchine,non si facciano gli errori del passato e ne venga garantita anche una regolare fruizione con una manutenzione adeguata e appositi controlli che, intanto sono già stati garantiti dalla amministrazione comunale che ha anche fatto istallare telecamere di controllo. Resta la necessità che alla positiva iniziativa dell’amministrazione comunale si accompagni anche un necessario senso civico e che non si ripetano gli assurdi comportamenti di sparuti individui che godono della loro stessa imbecillità nel manomettere o distruggere le cose pubbliche.

dav