SIDERNO – SINISTRA ITALIANA / LIBERI E UGUALI ALL’ATTACCO DELLA MINORANZA

Aristide Bava
SIDERNO – Pesante attacco politico , dopo l’ultimo consiglio comunale, di Sinistra Italia e Liberi per il futuro, contro l’opposizione sidernese con particolare riferimento a Pd e Forza Italia,” titolari a pari merito del disfacimento italiano degli ultimi 30 anni” che ,” confondendo il secondario dall’essenziale”, sono arrivati, con il loro opportunismo spicciolo e il voto contrario, a dire no al regolamento sulla gestione dei rifiuti”. Nella nota diffusa i due partiti di sinistra rappresentati in consiglio comunale da Giuseppe Oppedisano, Rita Commisso e Agostino baggetta, ricordano che adesso ” I sidernesi pagheranno di meno. In media il 10% in meno. Ma per le famiglie più numerose la riduzione della tassa sui rifiuti raggiungerà picchi del 40%”. Deciso, poi, l’affondo politico “Nonostante ciò le solite facce indifferenti come le pietre, che come le pietre non sentono dolore, né danno speranza, continuano a votare contro il cambiamento, mettendo i loro partiti politici e la soggezione verso i rispettivi leader reggini prima della Città di Siderno”. Quindi il plauso per il regolamento approvato “che disciplina e rilancia la raccolta differenziata, fissa i tempi e le modalità di ritiro con il controllo informatico, programma il servizio di spezzamento e pulizia delle strade, sanziona quei cittadini con la busta sporca che non fanno i cittadini, vieta il volantinaggio selvaggio e soprattutto spinge il cittadino perbene a sentirsi anch’egli parte del governo di una città giardino” . Sinistra Italiana e Liberi e Uguali ( che a Siderno fanno riferimento all’ex sindaco Domenico Panetta e che hanno in giunta Ercole Macri’ e Luigi Guttà) ricordano che in campagna elettorale l’amministrazione Fuda aveva promesso di fa diventare «Siderno, capitale verde della Locride» a fronte delle richieste dei cittadini che durante i tour d’ascolto auspicavano, giustamente, un nuovo modo di rapportarsi con l’ambiente e con i rifiuti. Le promersse – dicono – si stanno mantenendo. Poi evidenziano la soluzione di altri grossi problemi ovvero ” l’inizio dei lavori sul lungomare, il rifacimento del pietoso manto stradale della 106 e di via Macrì, il depuratore, l’impianto di San Leo, la biblioteca, etc”. E, quindi si soffermano in particolare ” oltre tutto questo e tanto altro che l’Amministrazione Fuda porterà a termine” sul fatto che i sidernesi avevano chiesto,” una volta avviato il virtuoso sistema della raccolta differenziata porta a porta, l’abbattimento dei costi del servizio”. E precisano “Ce l’abbiamo messa tutta e, al giro di boa, dopo due anni e mezzo di amministrazione, siamo stati di parola”. Sottolineano che questo “spinge il cittadino perbene a sentirsi anch’egli parte del governo dell’auspicata ” città giardino”. Nel tessuto sociale, nella nostra comunità, – dicono – avvertiamo, ogni giorno, questa disponibilità da parte di molti sidernesi. L’ambizione, il desiderio di una meta alta, la disponibilità al sacrificio sono presenti in migliaia di cittadini modello. E noi vogliamo sostenerli, stargli accanto, incoraggiarli. PD e Forza Italia hanno votato contro le fondamenta di una città pulita. Amputare a ogni costo, cancellare, smantellare il cambiamento, questo hanno fatto sin dal primo consiglio comunale”. Nella parte finale del documento il monito che ” Sinistra Italiana non concederà mai il fianco a chi vuol farci toccare nuovamente il fondo, nutrendosi di distruzione. Non staremo immobili e faremo di tutto per non ricacciare la nostra Siderno indietro, abbandonata al suo destino”. Per concludere un preciso appello elettorale ” Alle prossime elezioni nazionali la lista “Liberi e Uguali” è l’unica forza in campo che pone al centro del suo programma l’ambiente e il lavoro, sostenendo la necessità di un piano coordinato d’interventi, una conversione ecologica della politica e dell’economia”.

nella foto
Oppedisano, Commisso e Baggetta i tre consiglieri che fanno capo a Sinistra Italiana e Liberi e Uguali