Home / News / LOCRIDE – IL CORSECOM AFFRONTA I PROBLEMI DELLA LOCRIDE

LOCRIDE – IL CORSECOM AFFRONTA I PROBLEMI DELLA LOCRIDE

Aristide Bava
SIDERNO – La struttura operativa del Corsecom si è riunita sotto la presidenza di Mario Diano per fare un consuntivo delle attività del 2018 e programmare le iniziative per l’anno appena iniziato. L’incontro si è tenuto presso i locali delal Pro Loco di Siderno ed è stato aperto dallo stesso Mario Diano che ha relazionato su alcuni degli aspetti piu’ importanti che hanno caratterizzato la vita dell’importante struttura che racchiude le piu’ importanti associazioni e club service della Locride . E’ stato fatto il punto della situazione e, seppure in maniera generica sono stati affrontati alcuni aspetti chiave per il futuro del Coordinamento. L’incontro si è svolto in un clima di fiducia e di cooperazione , sino a questo momento armi vincenti del Corsecom. che ha sviluppato, nel corso del 2018, numerose iniziative di largo respiro finalizzate a dare spinta alla soluzione delle problematiche del territorio. Ciò è stato possibile – ha rimarcato Mario Diano – grazie alla rete di cooperazione che si è creata sul territorio e che ha consentito , in molte occasioni, alle associazioni aderenti al Corsecom di operare i stretta collaborazione soprattutto in campo turistico e in campo culturale.. Molto importante è stata, a questo proposito la nuova e rafforzata collaborazione con il Consorzio degli Operatori Turistici, recentemente rafforzato e rinnovato nei suoi vertici dirigenziali . Diano ha tenuto, però , a sottolineare anche che allo stato attuale esiste sul territorio una precaria situazione politica che di fattoi rallenta il rilancio del territorio anche se esistono condizioni, intelligenze e capacità che dovrebbero portare a risultati migliori. Da qui la necessità di sollecitare in maniera forte una maggiore attenzione e un impegno piu’ marcato sul territorio. da parte delle Istituzioni amministrative e politiche. Un concetto ripreso da Edmondo Crupi responsabile del settore lavori pubblici e infrastrutture che ha anche evidenziato la pressochè totale assenza degli organismi della Città Metropolitana anticipando che, a breve, sarà data vita ad un convegno nel corso del quale saranno affrontate , appunto, le tematiche relative alle possibilità poco sfruttate che avrebbero dovuto caratterizzare la vita del territorio della Locride dopo l’avvento della Città Metropolitana che, inizialmente, si portava appresso tante speranze sino a questo momento disattese. Lo stesso Giuseppe Ventra, Coordinatore dell’ Osservatorio delle problematiche del territorio ha poi evidenziata l’opportunità che vengano affrontati i problemi del territorio in maniera piu’ specifica consapevole che solo richiamando alle proprie responsabilità quelli che dovrebbero essere gli esecutori materiali di quanto si decide di fare si potranno ottenere risultati positivi. Molto spesso arrivano le promesse ma ,poi, alle stesse non seguono i fatti . Il ruolo del Corsecom – ha aggiunto Ventra – è proprio quello di creare le condizioni per far programmare gli interventi ma ,poi, a seguire la loro realizzazione. Sulla delicata tematica è intervenuto anche Decio Tortora che ha ribadito la necessità di affrontare le problematiche in piena sinergia con gli altri responsabili di settore. Gli esponenti del Corsecom hanno riservato anche un capitolo a parte alle notevoli disfunzioni che esistono in campo sanitario ed hanno auspicato che il cambio dei vertici regionali possa servire a dare una spinta alle soluzioni dei problemi dell’ Ospedale di Locri e alla attivazione della Casa della salute di Siderno. A conclusione dell’incontro si è stabilito di indire in tempi brevi una assemblea con la presenza di tutti i rappresentanti delle associazioni che fanno parte del Corsecom per rilanciare l’attività dell’organismo con alcune iniziative pubbliche su importanti problemi del territorio.