Home / News / LOCRIDE. VACCINAZIONE, ANDAMENTO REGOLARE MA TROPPO LENTO

LOCRIDE. VACCINAZIONE, ANDAMENTO REGOLARE MA TROPPO LENTO

Aristide Bava
SIDERNO. L’attività di vaccinazione presso il Centro di Via Cerchietto di Siderno si è decisamente assestato e procede, adesso, con assoluta regolarità anche se c’è il rimpianto che si potrebbe incrementare il numero delle persone da vaccinare. Tanto più che da ieri, dopo gli ultraottantenni e quelli con fragilità, si è passati alla vaccinazione anche degli over 70. Abbiamo fatto il punto della situazione, tra una telefonata e l’altra, con il responsabile del Centro vaccini dott. Pasquale Mesiti che ci ha, comunque, anticipato di aver invitato i responsabili regionali a cercare, ove possibile, di aumentare il numero giornaliero delle prenotazioni. ” Da quando è attiva, e funziona regolarmente la piattaforma – ci dice – stiamo vaccinando una media di 150 persone al giorno. Non è il massimo perchè, senza eccessivi sforzi, ne potremmo vaccinare almeno duecento ma ovviamente dobbiamo attenerci al sistema di prenotazione. Certo restiamo lontani dalle punte massime di oltre 400 vaccinazioni giornaliere che abbiamo fatto prima dell’attivazione della piattaforma ma, in questo modo, sono scomparsi i pericoli di assembramento che avevano caratterizzato quella fase iniziale, Se entrerà in funzione l’ hub di Siderno già individuato presso il Palazzetto dello Sport si potrà dare una grossa accelerata al numero di vaccinazioni vaccinazioni”. A quest’ultimo proposito c’è da dire che il responsabile tecnico dell’amministrazione comunale Ing. Pietro Fazzari ha già preparato un ottimo progetto con la previsione dello smistamento delle persone che si dovranno vaccinare e l’istallazione di dieci box che potrebbero garantire la vaccinazione di almeno di 700/800 persone al giorno. Resta ovvia la necessità del personale e dei vaccini e, in questa direzione si stanno muovendo gli organismi preposti all’apertura dell’ Hub sidernese che sarà “gestito” da personale dell’esercito. Se non ci saranno intoppi il nuovo centro vaccinale potrebbe entrare in funzione nel prossimo mese di maggio.
Intanto da parte del locale circolo del Pd arriva anche la richiesta di attivare, a Siderno, il servizio di vaccinazione a domicilio.”Il superamento dello stato di emergenza sanitaria da Covid-19 – si legge in una nota – non può prescindere da un’incisiva campagna di vaccinazione che coinvolga, tra gli altri, anche i soggetti impossibilitati ad accedere alle sedi preposte per la somministrazione dei vaccini. Sulla base di queste necessità, svariati Comuni della Locride, con il contributo della Croce Rossa e in accordo con ASP e con Associazione dei Sindaci, hanno avviato il servizio di “vaccinazione a domicilio” per i soggetti non in grado di deambulare autonomamente, né altrimenti trasportabili, ovvero che non dispongono di mezzi di locomozione propri e/o di congiunti in grado di assisterli durante la trasferta presso i luoghi allestiti dalle autorità sanitarie per la vaccinazione. Siderno, invece, pare allo stato sfornita di detto necessario ed imprescindibile servizio di tutela per le persone più svantaggiate. Ciò ci induce a farci portavoce – dice ancora il comunicato del Pd – delle numerose istanze di cittadini e a sollecitare la Commissione Straordinaria del Comune di Siderno affinché venga predisposto, nel più breve tempo possibile, il servizio di vaccinazione a domicilio a quella parte della cittadinanza considerata “estremamente vulnerabile” per patologie pregresse e, per di più, impossibilitata a muoversi, appunto, dal proprio domicilio”.

nelle foto – Il Centro vaccini ieri mattina assolutamente tranquillo