Home / News / LOCRI(RC)-REVOCA E REGOLAMENTAZIONE UTILIZZO MEZZI DEL’ASP.

LOCRI(RC)-REVOCA E REGOLAMENTAZIONE UTILIZZO MEZZI DEL’ASP.

Riceviamo e  pubblichiamo:

 SEGRETERIA TERRITORIALE   UIL  FPL – RC –          

e-mail: uil.locri@libero.it –   PEC: csp@pec.uilreggiocalabria.it  –  Tel/ Fax   0964/ 399451- cell. 338-7695614

 

Prot. n.  271  UIL  FPL

Lì, 19.08.2019

 

-Alla Commissione Straordinaria

direzionegenerale@asprc.it

direzionegenerale.asprc@certificatamail.it

ASP Reggio Calabria

-A  S.E.I. il Sig. Prefetto

prefettura.reggiocalabria@interno.it

protocollo.prefrc@pec.interno.it

di Reggio Calabria

-Al Commissario ad acta generale dr Cotticelli

s.mosciaro@regione.calabria.it

ma.suraci@regione.calabria.it

g.procopio@regione.calabia.it

commissariatoadacta.tuteladellasalute@pec.regionecalabria.it

-Al Dirigente Generale dr Antonio Belcastro

Dipartimento Tutela Salute Regione Calabria

dgtutelasalute@regione.calabria.it

s.mosciaro@regione.calabria.it

dipartimento.tuteladellasalute@pec.regione.calabria.it

Catanzaro

 

 

Oggetto: revoca e contestuale revisione/regolamentazione:

– autorizzazioni all’utilizzo dei mezzi di proprietà dell’ASP;

– autorizzazioni utilizzo mezzo di proprietà dei dipendenti.

 

Codesta ASP con la delibera n.   91 del  13.02.2017 a firma del   Commissario Dott. Giacomino  Brancati  e  del sub commissario  dott.  Felice  Iracà ha perfezionato la procedura al fine di dotarsi in leasing di 50 autovetture da adibire per le obiettive necessità funzionali dell’Ente. Tale decisione gestionale comporta la spesa di 150.000 euro anno, quindi di 600.000 euro per i quattro anni previsti dal contratto di “affitto” in aggiunta alle spese carburante ecc. ecc.. Si ritiene che detta ingente spesa dovesse, consentire il corposo ridimensionamento dell’esoso fenomeno riconducibile all’utilizzo del mezzo proprio ed al correlato virtuoso risparmio relativo alla conseguente corresponsione della indennità chilometrica. Più volte questa Organizzazione ha stigmatizzato formalmente lo spreco rappresentato dalla mala gestione ricollegabile alla cattiva utilizzazione dei mezzi di che trattasi per le seguenti motivazioni: 1) anacronistico ed illegittimo

coordinamento del servizio navetta, mediante la disponibilità di un certo numero di auto Fiat Panda, da parte di un” biologo”  ( il servizio navetta è di competenza della Centrale Operativa SUEM 118) ; 2) nel tempo numerose autovetture sono divenute di esclusiva pertinenza personale di dirigenti amministrativi, sanitari e capo dipartimento con annessi collaboratori/accompagnatori, rasentando se non conclamando il reato di peculato e truffa; 3) tale deriva legale non ha probabilmente  consentito alcuna contrazione della spesa per gli sprechi collegati all’abuso nelle autorizzazioni all’utilizzo al mezzo proprio.

Alla luce di quanto sopra questa OS chiede di conoscere:

a) se il sanitario a suo tempo destinato anacronisticamente al sedicente coordinamento servizio navetta in questione continui ad essere distratto colpevolmente dai propri compiti di istituto, vista peraltro la carenza di personale presso i servizi di laboratorio di analisi – con quale atto formale sta svolgendo tale incarico – dov’è ubicato tale coordinamento – quanto personale è ivi assegnato;

  1. b) chi è il responsabile del parco autovetture ricomprendente le Fiat Panda- da chi sono state assegnate tali auto – con quali motivazioni;
  2. c) quanti e quali dipendenti sono a tutt’oggi autorizzati all’utilizzo al mezzo proprio;
  3. d) a quanto ammonta la spesa annua relativa ad autorizzazione all’utilizzo al mezzo proprio per gli anni 2016, 2017, 2018 a tutt’oggi;
  4. e) chi sono i responsabili del procedimento inerente il controllo dell’effettiva necessità ad utilizzare i mezzi ASP e propri e la corrispondente spesa.

Nelle more della non più procrastinabile revisione/regolamentazione che contenga  un fenomeno divenuto fuori controllo, si richiede un autorevole intervento delle SS.LL. finalizzato:

  • alla corretta utilizzazione del personale sanitario nel rispetto della qualifica professionale;
  • (viste le linee guida regionali) alla ricollocazione del servizio navetta, di che trattasi, sotto il diretto coordinamento della Centrale Operativa SUEM 118;
  • alla revoca dell’assegnazione e utilizzo delle 50 Fiat Panda (esclusi i settori inerenti i servizi essenziali);
  • alla revoca di tutte le autorizzazioni all’utilizzo del mezzo proprio.

La UIL rimane in attesa di essere informata sulle consequenziali determinazioni che le SS.LL. assumeranno.

Distinti saluti.

 

Il Segretario Territoriale

* Nicola Simone

*firma autografa sostituita da indicazione a mezzo stampa, ai sensi dell’art. 3, comma 2, della legge 39/1993