Home / News / SIDERNO – LA RINASCITA DEL BORGO ANTICO

SIDERNO – LA RINASCITA DEL BORGO ANTICO

Aristide Bava
SIDERNO – Il borgo di Siderno Superiore è rinato grazie all’orgoglio e alla passione di un gruppo di volontari ai quali si sono affiancate maestranze, imprese e aziende che hanno offerto materiali, mezzi e competenza lavorativa. La conferma arriva in questi giorni grazie anche all’attività di questi volontari che hanno completamente pulito e abbellito il Borgo antico sidernese. In effetti l’esperienza che si sta vivendo da qualche tempo nel centro storico sidernese potrebbe diventare un esempio e un modello per i molti Borghi della Locride dove si possono (ri)scoprire le proprie radici, valorizzare le tradizione e diffondere le intense vicende che per secoli hanno caratterizzato la esistenza di questi luoghi intrisi di fascino. E, in questo modo creare anche economia e occupazione. senza perdere di vista la possibilità di mettere un freno al continuo abbandono dei giovani. La storia del borgo di Siderno Superiore e la voglia di farlo rinascere risale a trenta anni addietro quando da sito completamente dimenticato e destinato quasi a scomparire perchè pareva non avere alcuna prospettiva di risorgere “incontrò” la voglia di fare di un nutrito gruppo di donne riunite nel rinomato Sidus Club presieduto dalla Prof.ssa Albarosa Dolfin Romeo. Una serie di iniziative culturali hanno, piano piano, avuto il merito di sollevarlo da un torpore che sembrava dovesse rimanere eterno e grazie all’impegno e alla tenacia di quel gruppo di donne, professioniste in vari settori, si cominciarono ad avere i primi risultati positivi che stimolarono la stessa amministrazione comunale a cominciare ad interessarsi con convinzione al “borgo antico”. A dare una mano arrivò anche un giovane del posto, Claudio Figliomeni che, forte dell’attaccamento alle proprie radici entrò anche in consiglio comunale e stimolò vari interventi per qualificare Siderno Superiore. Claudio Figliomeni dopo tanto tempo, adesso non piu’ giovanissimo, riesce ancora ad aggregare cittadini di varia estrazione sociale e creare interesse per il borgo antico . Riesce soprattutto a mobilitare i giovani molti dei quali lo seguono nella Associoazione da lui creata con il nome “Pajsi Meu ti vogghiu Beni” che basandosi sul volontariato puro, quando è necessario, riesce a darsi un’organizzazione quasi imprenditoriale che ha finito con l’acquisire la simpatia di maestranze, imprese,,aziende artigiani che in maniera totalmente gratuita affiancandosi ai giovani della Sua Associazione gli offrono materiali mezzi e competenze. Il suo obiettivo, adesso, è anche quello – in un momento in cui i borghi antichi stanno divenendo una grande attrattiva per il tursimo nazionale ed internazionale – di dimostrare pure agli abitanti dei Borghi del comprensorio ed in particolare ai giovani,quello che si può realizzare anche senza finanziamenti. Figliomeni ha anche aderito, con la sua associazione al gruppo di lavoro del Corsecom “Turismo e Borghi “ oggi molto attivo nel percorso di qualificazione e promozione dei borghi presenti nella Locride. Nei giorni scorsi. il borgo antico di Siderno superiore è diventato , grazie a questi volontari, un piccolo cantiere di lavoro che ha fatto cambiare il volto del centro storico. Con il consenso dell’ amministrazione comunale sono stati attivati interventi di diversa natura, sono stati qualificati. numerosi angoli abbandonati., sono state ristrutturato alcune colonne degradate nella Piazza Principale è stata valorizzato l’area del Calcetto arricchita anche con piante tipiche della vegetazione mediterranea, sono stati rifatti muri, sono stati illuminati alcuni alberi secolari con suggestive lampade e rinfrescate le pareti di alcuni antichi palazzi. Adesso il borgo è un “bel vedere” anche per i visitatori. Questo è certamente un buon esempio di cittadinanza attiva, e, non a caso, per il prossimo mese di luglio si svolgerà nel centro storico sidernese una importante manifestazione denominata la “La Rinascita del Borgo” finalizzata a mettere in risalto il grande lavoro fatto dalle due associazioni dirette rispettivamente da Albarosa Dolfin Romeo e da Claudio Figliomeni nel corso della quale verrà proiettato anche un video che ripercorrerà tutto il percorso dei lavori da loro realizzato a titolo di puro volontariato

nelle foto Volontari al lavoro a Siderno superiore e uno dei palazzi antichi qualificati