Home / Politica / SIDERNO – LA “RISPOSTA” DEL MOVIMENTO INPIEDIPERSIDERNO

SIDERNO – LA “RISPOSTA” DEL MOVIMENTO INPIEDIPERSIDERNO

Aristide Bava
SIDERNO – “Non sono loro a lasciare il movimento perchè non ne hanno mai fatto parte” Il movimento InpiediperSiderno commenta cosi’ la decisione di Giuseppe Caruso, Ida De Beris, Emma Serafino e Sebastiano Timpano che, come pubblicato ieri , hanno preso le distanze dal movimento i primi due in qualità di rappresentanti ufficiali del movimento politico culturale “Volo” e di Fratelli d’Italia e gli ultimi due in qualità di ex candidati al consiglio comunale . InpiediperSiderno ha affidato ad un apposito comunicato con il suo “grazie” nel titolo ai quattro che amichevolmente chiama Giuseppe, Emma,Sebastiano e Ida. Nella nota si legge “Nella giornata di ieri, alcuni importanti esponenti del movimento #inpiedipersiderno ci hanno comunicato di non voler più far parte del nostro progetto. Giuseppe, Sebastiano, Ida ed Emma hanno preferito interrompere qui il loro percorso ed a loro va il nostro ringraziamento per il cammino fatto finora insieme, e auguriamo loro le migliori fortune. Riteniamo assolutamente corretto che chi non condivide il percorso decida di prendere strade diverse. Perché vedete, costruire un movimento totalmente orizzontale è difficile proprio per questo: non sempre si trova la quadra, le anime sono diverse e le convinzioni spesso portano a frizioni e discussioni. Il movimento è un bellissimo diamante grezzo con tante facce, che prese da sole hanno ognuna un taglio diverso ma che insieme compongono una luce accecante. Ma è proprio questo il motivo per il quale #inpiedipersiderno è differente. Perché mettiamo le idee, il progetto, davanti a tutto. Si discute, ci si confronta, si alzano i toni e si trova la quadra, sempre. Il nostro è un percorso difficile, che non parte però dalle sigle, dai conteggi, dai numeri. Parte dalle persone. Sarebbe più comodo calare le decisioni dall’alto, parlare di tabelline e numeri, di voto e incarichi. Capita che non tutti siano d’accordo con questo metodo, perché è più complesso. Ma solo quando si arriva in cima la bellezza del panorama può cancellare la fatica della salita. Dunque – dice la nota in conclusione – auguriamo le migliori fortune a Giuseppe, Sebastiano, Ida e Emma, con una piccola ma dovuta precisazione. Non sono Il Volo e Fratelli d’Italia a lasciare il movimento, solo perché non ne hanno mai fatto parte: #inpiedipersiderno cammina sulle gambe delle persone e nelle idee di esse, non negli statuti delle sigle.” Sin qui la risposta ai quattro ex partners. C’è anche da aggiungere che il movimento ha diramato anche un altro comunicato per puntualizzare dal punto di vista politico la sua azione. Nella nota si legge “sin dall’inizio abbiamo parlato con tutti. Abbiamo fatto assemblee pubbliche, incontri con la cittadinanza, all’aperto o al chiuso. Abbiamo creato un gruppo, scritto un manifesto, parlato alla città”. Poi precisa che “.Tutte le forze politiche hanno iniziato a cercarci. C’è stato chi ci ha detto che non eravamo in grado. C’è stato chi ci ha chiesto quanti posti volevamo. Qualcuno ci ha detto di fare un passo indietro. Qualcun altro ci ha detto di unirci, perché rinunciando al sindaco con loro avremmo vinto. Nessuno però ci ha mai nominato la parola Siderno. Nessuno ci ha detto i loro programmi, le loro idee per disoccupazione, crescita economica, visione della città, niente. Noi, però, in questi mesi abbiamo risposto a tutti, di persona, a testa alta.
A qualcuno abbiamo detto che sarebbe stato opportuno fare un passo indietro. A qualcun altro abbiamo risposto che gli uomini soli al comando non sono nel nostro stile. Ad altri ancora, abbiamo detto che il gruppo conta più dei singoli”. Il tutto per stigmatizzare che ” #inpiedipersiderno è molto più di un insieme di sigle. Il nostro movimento è più di un accordo elettorale per mettere insieme comunali, regionali e chi più ne ha più ne metta. Quello che stiamo creando è un progetto di partecipazione e coinvolgimento dal basso. Da noi le idee vengono prima delle persone. Noi preferiamo i progetti ai pacchetti. A chi ci provoca sui social, sui giornali, nelle piazze, rispondiamo con i sorrisi. Perché Siderno, adesso, merita di tornare a sorridere”. Per dirla in breve stiamo entrando in piena campagna elettorale anche se, ancora, non è stata fissata la data delle elezioni .

Nelle foto Il manifesto di Inpiedipersiderno e i quattro che hanno abbandonato il movimento