Home / News / SIDERNO – POSITIVO IL CONSNTIVO DELLE VACCINAZIONI DURANTE IL VAX DAY

SIDERNO – POSITIVO IL CONSNTIVO DELLE VACCINAZIONI DURANTE IL VAX DAY

Aristide Bava
SIDERNO – Decisamente soddisfacente il consuntivo della quattro giorni di Vax Day. Gabriella Andreacchio , responsabilòe della SAla operativa regionale della Croce Rossa e responsabile del centro Hub ubicato presso il Palazzetto dello Sport, a poche ore dalla conclusione del vax Day si è dichiarata contenta non solo dei “numeri” ma anche del comportamento complessivo della gente. ” A conclusione di questa quattro giorni raggiungeremo circa 2.800 vaccinazioni ed è da considerare un risultato altamente positivo. Abbiamo avuto solo qualche piccolo problema perchè alcuni cittadini inizialmente si sono dimostrati restii alla vaccinazione con Astrazeneca ma con una buona opera di convincimento siamo riusciti a superare anche questa difficoltà e tutto sommato la situazione è rimasta sempre sotto controllo . Siamo riusciti anche ad accontentare molta gente che non era riuscita a prenotarsi in piattaforma grazie all’istituzione di un servizio prenotazioni direttamente qui al Palasport”. Questo servizio è stato curato dalla protezione civile che ha agito sotto direttive della responsabile locale Maria Bizzantini e del responsabile di zona Luigi Mollica con un folto gruppo di volontari che unitamente a quelli della Croce Rossa hanno anche disciplinato l’ingresso dei cittadini e la regolare somministrazione delle vaccinazioni.Mollica , prendendo atto di qualche difficoltà affrontata dalla gente in attesa ha anche anticipato che si premurerà per l’immediato futuro, di fare istallare un gazebo per dotarlo anche di sedie. Gabriella Andreacchio ha anche precisato che sono stati vaccinati i parenti dei soggetti fragili già vaccinati. Durante il Vax Day contrariamente a quanto avviene durante le giornate normali presso l’ Hub di Siderno non è stato usato solo l’ Astrazeneca ma anche gli altri due tipi di vaccino, Pzifer e Moderna. Abbastanza interessanti sono stati anche i “numeri” registrati presso l’altro Centro vaccini, quello ubicato presso l’ex ospedale” dove si è abbondantemente superata la media delle 300 dosi giornaliere. ” La gente ha capito che è necessario vaccinarsi – ha detto a questo proposito il responsabile del Centro, Dott. Pasquale Mesiti,- e che bisogna farlo al più presto possibile. Anche qui è stato superato il timore del vaccino Astrazeneca. Ci stiamo sforzando di assicurare che si tratta di un vaccino sicuro e lo dimostra il fatto che noi, complessivamente, abbiamo fatto più di 2.000 vaccinazioni con questo siero senza aver avuto alcun problema. Il virus è diventato molto cattivo,- lo dicono i contagi sempre più frequenti anche nella Locride – ed è necessario vaccinarsi il più possibile. Noi stiamo lavorando solo con due postazioni ma teniamo una ottima media giornaliera. Sono convinto che grazie all’ Hub del Palasport, e tenendo presente che anche Monasterace, Bianco e Locri stanno facendo assieme a noi un buon lavoro, potremmo puntare ad una media di mille vaccinazioni giornaliere. Se si continua così dovremmo andare tranquillamente ,per la prossima estate, ad una Locride Free un obiettivo che tutti sperano di raggiungere per dare spinta alla nostra economia, adesso in ginocchio”. A proposito del tipo di vaccini , Gabriella Andreacchio che presso l’ Hub , nei periodi di normalità ha dovuto lavorare solo con Astrazeneca ha anche anticipato che cercherà di avere anche qualche scorta di altro tipi di vaccino per evitare di essere costretta a mandare indietro la gente che non può usare Astrazeneca. Insomma si sta lavorando con grande passione e tanta buona volontà.
nelle foto
La sala vaccinazione del Palasport