Home / Ambiente / SIDERNO – PROTOCOLLO D’INTESA PER LA PULIZIA DELL’ALVEO DEL TORRENTE LORDO

SIDERNO – PROTOCOLLO D’INTESA PER LA PULIZIA DELL’ALVEO DEL TORRENTE LORDO

SIDERNO – Continua l’impegno della Commissione straordinaria per la soluzione delle problematiche ambientali della città. E’ di ieri un protocollo d’intesa tra il Comune, l’ Azienda Calabria Verde, il Consorzio di Bonifica Alto Jonio reggino e l’ Ufficio marittimo locale per la soluzione delle criticità derivanti dai corsi d’acqua , sopratutto lungo l’alveo dei torrenti, per ridurre al minimo l’esposizione al pericolo in caso di possibili eventi alluvionali. Ciò anche a tutela della pubblica incolumità. In particolare la zona sotto osservazione sarà il Torrente Lordo che si estende dallo sbocco della Diga fino a mare per una lunghezza complessiva di 1500 metri attraversando nel tratto finale il centro abitato del Comune. La necessità è stata rilevata a seguito di appositi sopralluoghi effettuati dai responsabili degli Enti interessati unitamente al responsabile del 6° settore ( LL.PP) Ing. Pietro Fazzari presente, per la Commissione straordinaria, la dott.ssa Matilde Mulè che da tempo sta seguendo direttamente le problematiche ambientali del territorio e che ci ha dato comunicazione dell’importante notizia indirizzata – dopo i terribili eventi che si stanno verificando in molte parti del nostro Paese- a tranquillizzare la cittadinanza. In occasione del sopralluogo è stato accertato che lungo tutto l’alveo del torrente Lordo esiste la presenza di una fitta vegetazione tipica dei corsi d’acqua e la mancanza di manutenzione da molto tempo ha fatto aumentare soprattutto a seguito dei recenti eventi alluvionali, il rischio di esondazione del torrente con conseguente pericolo per la pubblica incolumità. Da qui la necessità, dopo aver verificati gli ambiti di competenza, di interventi congiunti di Comune, Calabria Verde, Consorzio di bonifica e Ufficio marittimo per eliminare la situazione di pericolo esistente. In particolare Calabria Verde inserirà l’intervento in una sua progettazione esecutiva e fornirà la necessaria mano d’opera forestale. Il Consorzio di Bonifica espurgherà con mezzi meccanici il tratto del torrente Lordo di proprietà del Consorzio ( circa 300 metri) e l’ufficio locale marittimo presterà la propria collaborazione svolgendo un’attività mirata ad individuare eventuali scarichi abusivi e verificando anche il possibile inquinamento delle acque. Le altre incombenze rimarranno a carico del Comune di Siderno che ospiterà anche la cantierizzazione dei lavori e la custodia dei macchinari e degli attrezzi. Una problematica – quella ambientale – che la Commissione straordinaria, come ci ha direttamente confermato la presidente della Commissione Maria Stefania Caracciolo, ha posto come indiscutibile priorità del programma che i tre commissari si sono dati sin dal loro arrivo a Siderno attivando anche contatti diretti con le organizzazioni ambientaliste del territorio. In poco tempo sono già state fatte, e programmate, parecchie cose, compatibilmente, ovviamente,con la burocrazia e i tempi tecnici necessarri.Intanto, al piu’ presto, tappa imminente di questo programma sarà anche l’attivazione dell’ Isola ecologica in contrada Pellegrina.

nella foto ” – La commissaria Matilde Mulè