Home / Politica / SIDERNO(RC)-LA CAROVANA DEL PARTITO RADICALE APPRODA A SIDERNO CON 8 PROPOSTE DI LEGGE CONTRO IL REGIME
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), default quality

SIDERNO(RC)-LA CAROVANA DEL PARTITO RADICALE APPRODA A SIDERNO CON 8 PROPOSTE DI LEGGE CONTRO IL REGIME

La Carovana del Partito Radicale approda a Siderno con le 8 proposte di  legge contro il regime

 Sabato 22 settembre, alle ore 10:30, presso Piazza Municipio di Siderno, approderà la Carovana del Partito Radicale e del “D.G.L.-Mezzogiorno in Movimento”, per procedere alla raccolta firme sulle 8 proposte di legge “per lo Stato di diritto, contro il regime.” La Carovana si aprirà con un’assemblea-dibattito con Ilario Ammendolia, Pietro Fuda, ex Sindaco del Comune di Siderno, Domenico Vestito, ex Sindaco del Comune di Marina di Gioiosa Ionica, Pierpaolo Zavettieri, Andrea Cuzzocrea e Gianpaolo Catanzariti oltre ai componenti del Partito Radicale Sergio D’Elia, Elisabetta Zamparutti e Antonio Cerrone.

Sarà possibile, per l’occasione, sottoscrivere le 8 proposte di legge di iniziativa popolare, relative a:

  1. Modifica dell’articolo 79 della Costituzione in materia di concessione di amnistia e indulto.
  2. Revisione del sistema delle misure di prevenzione e delle informazioni interdittive antimafia di cui al D.lgs. n. 159 del 6 settembre 2011.
  3. Abolizione della possibilità di assunzione di incarichi extragiudiziari da parte dei magistrati.
  4. Introduzione del sistema elettorale uninominale per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.
  5. Disposizioni in materia di libertà e diritto di informazione e di servizio pubblico radiotelevisivo.
  6. Revisione delle procedure di scioglimento dei Comuni per mafia previste dal T.U. delle leggi sull’ordinamento degli enti locali di cui al D.lgs. n.267/2000.
  7. Riforma del sistema di ergastolo ostativo, del regime del 4 bis e abolizione dell’isolamento diurno.
  8. Riforma del sistema elettorale per l’elezione dei membri italiani al Parlamento europeo.

Un’iniziativa tesa a ricondurre nell’alveo della Costituzione la legislazione emergenziale di contrasto alla mafia.