Home / News / SIDERNO – GIORNATA DI FESTA INTERAMENTE DEDICATA AL MONDO FEMMINILE

SIDERNO – GIORNATA DI FESTA INTERAMENTE DEDICATA AL MONDO FEMMINILE

Aristide Bava
SIDERNO – Il laboratorio culturale Ctn, in collaborazione con alcune rappresentative associazioni della Locride, in occasione dell’ otto marzo, festa della donna, dedicherà una intera giornata al mondo femminile, con una serie di initiative, curate da Pasquale Giurleo, che si svilupperannto all’interno del Cinema Teatro Nuovo. La struttura diventerà “palcoscenico” ideale per due interessanti mostre, una conferenza con la presenza della Direttrice del Museo di Locri e una serata di intrattenimento con arte, musica e spettacolo. Le manifestazioni prenderanno l’avvio il mattino, alle ore 10, con una mostra fotografica di Santino Amedeo “vista” da Tito Squillaci attraverso una narrazione diretta sulla dignità e sulla bellezza del lavoro femminile a testimonianza non di un passato nostalgico ma di una storia viva che è fondamento della nostra identità e del nostro sentire. Abbinata anche una mostra delle sculture lignee di Davide Mina con la rivisitazione di un artista che si esprime con il legno per raccontare storie sulla figura femminile che è colta nella iconica narrazione dei suoi sentimenti. Nel pomeriggio, alle ore 17.30 un convegno sul tema ” Gli inganni della bellezza” con la presenza della direttrice del Museo e del Parco Archeologico di Locri, Rossella Agostino, che si soffermerà sulla storia dell’antica cosmesi nell’ Italia arcaica con particolare riferimento alla Calabria. Poi una serie di iniziative serali che prendono il via con una performance teatrale a cura di Marisa Femia e Anselmo Sorgiovanni dal titolo ” Bianca”. Una iniziativa decisamente singolare che avrà anche come ospite Fabio Macagnino e che racconta le fasi della creazione del pane con “lievito madre” per rappresentare le forti analogie ttra la pasta madre e la donna. A seguire ” Zitta… cretina” un monologo teatrale allestito con la regia di Bernardo Migliaccio Spina e interpretato da Giulia Palmisano che narra di una donna dal cuore indurito persa tra i ricordi amari del suo passato e che mette a luce una sociatà dove atroci delitti vengono consumati nel silenzio di una casa nella quale il pregiudizio si intreccia con la voglia di riscatto delle donne. Poi la presentazione di alcune creazioni artistiche e una apericena arricchita da uno spettacolo musicale. Il tutto sul flo conduttore di un vero e proprio omaggio alla figura femminile. Alla iniziativa prendereranno parte i rappresentanti dell’associazionismo, femminile e non, della Locride