Home / News / SIDERNO – S.O.S. VERDE PUBBLICO
dav

SIDERNO – S.O.S. VERDE PUBBLICO

Aristide Bava
SIDERNO – La commissione straordinaria ha deciso di indire una procedura comparativa per l’individuazione di organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale con cui sottoscrivere convenzioni finalizzate alla “manutenzione del verde pubblico”- Per questo motivo è stata predisposta una delibera che prevede “l’affidamento senza fini di lucro a soggetti pubblici e privati di spazi destinati a verde pubblico di proprietà pubblica”. Le tipologie di intervento sulle aree verdi adottate comprendono la manutenzione ordinaria, con tutela igienica, pulizia e conferimento dei rifiuti solidi urbani, lo sfalcio periodico dei prati e relativo conferimento dei rifiuti organici; lavorazione del terreno ed eventuali concimazioni, semina prati, cura e sistemazione dei cespugli e delle siepi, annaffiatura e quant’altro necessario alla tutela, cura e manutenzione da definire in funzione delle caratteristiche e della tipologia dell’area verde. Comprende , poi, la riqualificazione e manutenzione, cioè una nuova progettazione dell’area con la piantagione di piante, fiori, alberi, arbusti, siepi e semina prati ed inserimento di nuovi arredi urbani, il tutto nel rispetto della normativa vigente e previo parere positivo dell’Ufficio Tecnico del Comune. La decisione è stata adottata – recita la premessa della delibera – , nella consapevolezza che il verde urbano si inserisce nel contesto più ampio di “Bene Comune” da tutelare e con lo scopo di favorire la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica attraverso l’attivazione di percorsi di cittadinanza attiva con organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale. Nell’ottica di una piu’ generale valorizzazione del territorio, la commissone straordinaria, ha riscontrato l’opportunità di dar vita ad una serie di interventi legati al verde pubblico per garantire l’abbellimento del tessuto urbano ed extraurbano della comunità . Lo ha fatto dopo aver preso atto che la cura e la manutenzione delle aree verdi di proprietà dell’Ente richiedono risorse umane e finanziare adeguate che il Comune, allo stato attuale , attese le difficoltà economico- finanziarie in cui versa, non ha e che lo stesso organico del personale ,decisamente carente, non consente l’espletamento delle previste incombenze. Nella delibera è precisato che il rapporto tra l’affidatario dell’area verde ed il Comune di Siderno sarà disciplinato da apposita convenzione che sarà opportunamente presìdisposta . Il tentativo derlla Commissione straordinaria non sembra facile , stante il fatto che l’affidamento non prevede alcuna remunerazione, ma in città ci sono alcuni esempi significativi come la cura di Piazza Cavone, quello della zona di Zammariti e della stessa Piazza di Donisi che hanno avuto già riscontri positivi. Vedremo.
nella foto Piazza Cavone , esempio da imitare

dav