Home / News / LOCRIDE – COMPRARE SUL TERRITORIO

LOCRIDE – COMPRARE SUL TERRITORIO

Aristide Bava
SIDERNO – La salute viene prima di tutto, è il punto di partenza, ma è necessario pensare anche al dopo emergenza, a quello che succederà. E’ decisamente convinta di questo la presidente dell’ Associazioni imprenditori sideernesi, Antonella Verteramo che rivolge un appello significativo ai cittadini di Siderno e della Locride ” Mai come in questo periodo è importante che la ricchezza rimanga nel territorio. Fare acquisti nei negozi della nostra Città è il modo più concreto per non togliere ossigeno alle nostre attività, aiutandole ad uscire fuori da questa crisi che per molte si può rivelare letale! La nostra speranza è che in ognuno si risvegli il senso di Comunità nell’interesse di tutti”. Ricorda poi che ” se l’economia locale regge è un beneficio non solo per gli addetti ma per il contesto cittadino e territoriale”. E Antonella Verteramo volge uno sguardo preoccupato anche al prossimo Natale “Lo shopping natalizio quest’anno sarà decisamente particolare, probabilmente molto diverso oppure, nella peggiore delle ipotesi non ci sarà neppure. Anche per questo motivo invitiamo i consumatori ad evitare di incrementare i profitti dei grandi siti internet (che peraltro versano alle casse dello Stato contributi davvero miseri rispetto ai ricavi) e di vivere il nostro territorio, che oltre alle attività rappresenta famiglie, dipendenti e tutto ciò che ruota intorno”. Intanto i commercianti sidernesi sono fortemente preoccupati della situazione che il territorio sta vivendo. L’allarme contagi è molto alto e i negozi, anche quelli che malgrado la “zona rossa” possono rimanere aperti stanno vivendo momenti veramente poco felici. D’altra parte, se la gente non può uscire e se, soprattutto non ci sono soldi da spendere, è chiaro che l’economia rimane bloccata. Ad accrescere la preoccupazione c’è anche il fatto, come ha anticipato Antonella Verteramo, che non si sa ancora quali decisioni saranno prese per il Natale. Altro grosso dramma per tanti commercianti che proprio nel “movimento” natalizio speravano di poter rimpinguare le loro casse ma con l’immediato futuro incerto rimangono anche indecisi sul da farsi.

nella foto Antonella Verteramo